LA VITA DELLE SCULTURE | ARTE E ATTUALITÀ

L’archetipo femminile.


Ecco ciò che la scultrice di origini polacche Malgorzata Chodakowska tiene a mente quando, davanti alla materia prima, si dedica a modellare corpi affusolati ed eterei. A ispirare e concretizzare la sua visione, c'è anche l'ausilio di fotografie di modelle e ballerine. Dopo tre o quattro mesi di lavoro, i suoi nudi femminili scolpiti nel legno e rivestiti di bronzo prendono vita grazie a un ipnotico gioco di fontane collocato all’interno delle sculture stesse.



Lo scorrere dell’acqua, elemento di vita, sembra farci dimenticare per un momento che quelli davanti a noi sono blocchi di materia inanimata. Per un attimo la nostra mente visualizza il danzare sincronizzato delle ballerine, il movimento di ali di un angelo o quello di un ventaglio che viene agitato, il gocciolare di capelli e indumenti bagnati.



Nell’osservare l’eleganza immobile di queste donne, percepiamo il ritorno a un’armonia primordiale che non abbiamo vissuto direttamente ma di cui abbiamo nostalgia.


La scultrice dà vita a corpi angelici, perfettamente proporzionati, che si avvicinano a quella ricerca del bello ideale, della forma pura, tipica del Neoclassicismo.


“Il corpo umano mi affascina. Il piacere è la mia dipendenza: ecco perché scolpisco corpi bellissimi”.


Queste sculture, o meglio dire fontane, non si impongono come figure austere e impassibili: emanano una fresca aura di naturalezza e familiarità.


Ciononostante, l’acqua dona loro una dimensione eterea e inaccessibile agli esseri umani, quasi fossero ninfe o divinità di tempi lontani.


Come linfa che zampilla gorgogliante, l’acqua dà una parvenza di vita a queste creature e ne risveglia un fascino imbevuto di connotazioni mitologiche.



Questa pioggia innesca un diluvio di emozioni in chi si lascia trasportare dall’illusione ottica studiata dalla Chodakowska. Il desiderio irresistibile di toccarle e di sentire sulla propria pelle quel flusso di vita domina i cuori di chi le osserva.


Articolo di Noemi Pagliardini

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti